domenica 7 marzo 2010

Forza e Coraggio...

....come diceva il buon Mike!
É quello che ci vuole, forza, coraggio e tanto cuore!
Se più di un anno fa mi avessero detto che sarei arrivato a piedi da casa mia fino a Riccione e ritorno a casa mia...sicuramente mi sarei messo a ridere.
E invece la vita riserva a volte belle sorprese. É sabato, ed esco per il lungo. Decido di uscire con l'intento di macinarmi 30 Km. La giornata è bella, fa freschino ma c'è un bel sole.
Ma si corre bene sul lungomare. Nel tragitto incontro altri runner, alcuni ai miei livelli, altri decisamente più evoluti. Ma sono sempre piacevoli i cenni d'intesa, ed è bello condividere qualcosa di cosi magico, anche se con persone che non si conoscono, ma che in quei momenti si potrebbero considerare fratelli. Le gambe girano fluide, e senza fatica raggiungo il Marano, e li mi accorgo, guardando il forerunner di avere percorso 15 Km. Ok, sono a metà strada e faccio inversione.
Il cronometro ai 21 Km segna 2 ore e 8 minuti, un bel miglioramento dall'ultimo 21k.
Continuo con quel ritmo, e all'altezza del ventitreesimo chilometro incontro Simone (anche lui farà la maratona di Milano) e ci incitiamo a vicenda! Io sto tornando, lui è appena partito.
A quel punto però la fatica comincia a farsi sentire, e il ritmo cala.
Quando mancano 4 chilometri sento bisogno di assumere liquidi, e mi fermo in un bar a prendere un bicchier d'acqua.
Riparto, ma la fine dell'allenamento è un misto tra corsetta e camminata sostenuta.
Sono i miei primi 30 chilometri. Li finisco in 3 ore e 25 minuti. Sicuramente la media non è eccellente, ma ripeto a me stesso che il mio obiettivo è arrivare in fondo alla maratona. É vero che non li ho fatti tutti correndo, visto che gli ultimi 4 sono stati, come detto, misti tra corsa e cammino, ma sono ugualmente i miei primi 30 chilometri.
Vado sotto la doccia, e la sensazione è bellissima. Mi viene in mente che martedì sarà il mio compleanno, e sono contento di essermi fatto uno dei regali più belli. I miei primi 30 chilometri.
La corsa cambia la vita. Oggi non sono più quello che diventava rosso per fare una rampa di scale, oppure che aveva il fiatone dopo essersi allacciato le scarpe. Oggi sono un runner!
Buone corse a tutti e tutte.

2 commenti:

Alessandro ha detto...

Grande Dave! Continua cosi, bella prova

Mario ha detto...

Complimentissimi, oramai ci sei!