lunedì 4 ottobre 2010

Non mollare mai....!

Ormai ho deciso di non fare più i lunghi, da qui alla Maratona di Venezia mancano circa 20 giorni.
Quello che è fatto è fatto.
Ma ieri era domenica, ed era una bella giornata. Mi sveglio a casa di Daniela alle 8.00 circa e vedo che la giornata si presenta serena.
Quale migliore occasione per macinarsi più di 10 Km in salita? Le colline di Coriano non saranno le più irte, ma sono comunque salite. E poi...chiunque ha fatto la "venicemarathon", mi ha messo in guardia sulla difficoltà dei mitici 14 ponti da superare, e dell'importanza dell'allenamento in salita.
E allora si parte, con un ritmo blando in attesa della prima salita che arriva subito dopo il primo chilometro in scioltezza. Sono 500 metri con una pendenza del 14%. Non male come inizio. Riesco a farla tutta senza fermarmi e proseguo.
Strappi del genere, da qui alla fine del giro ce ne sono circa 7, ma in questa uscita mi sento in forma, e riesco a sopportare la fatica meglio di altre volte.
Sarà finalmente il clima non troppo caldo, ma aggredisco la strada con un coraggio e una convinzione che non pensavo di avere. Ogni tanto guardo il forerunner e sono sorpreso che l'andatura è più veloce del solito (in considerazione del fatto che sto correndo diversi tratti in salita).
Finisco l'allenamento di 10,5 Km in 1 ora e 2 minuti. Sono stupito di me stesso. Ma allo stesso tempo gasato come non mai.
Finita la doccia continuo a ripetermi "calma e sangue freddo". Ancora non ho fatto niente. Ma spero che il traguardo della venicemarathon non sia un miraggio come pensavo qualche settimana fa. Ce la posso fare.
Buone corse a tutte e tutti.

2 commenti:

theyogi ha detto...

senza almeno un 'trentino' saranno lacrime e sangue, amico mio... in bocca al lupo!

Dave ha detto...

Se per "trentino" intendi un lungo da 30KM..beh..uno ne ho fatto.
Ma saranno lacrime di sangue in ogni caso.